Applicazioni

L'impasto di farina di frumento è un materiale con viscoelasticità non lineare ed a causa di questo c'è una relazione complicata fra lo sforzo impartito durante la miscelazione (trazione, taglio, compressione e rilassamento) e la resistenza dell'impasto. Inoltre intervengono anche altri fattori e condizioni ad interferire sul comportamento dello stesso. Inoltre, variazioni nell'acqua, contenuto proteico, struttura delle proteine, amido, amido danneggiato, resistenza del glutine ed azione degli enzimi hanno effetto sul suo comportamento. Viste queste caratteristiche si rende necessario l'utilizzo di uno strumento d'analisi empirico.

Le due importanti informazioni richieste dai mugnai e panificatori sono: l'assorbimento d'acqua (quanta acqua deve essere aggiunta all'impasto per ottenere una definita consistenza) ed il profilo dell'impasto (tempo di sviluppo, stabilità e morbidezza) che è indicativo per un corretto utilizzo della farina. Possono inoltre essere misurati altri parametri.

le informazioni del micro-doughLAB sono utili a:

Sementieri e laboratori che sviluppano nuove linee di prodotti per l'industria molitoria e della panificazione (pane, dolci, pasticceria, biscotti), pasta e prodotti asiatici (noodles, pane piatto) laboratori che studiano le caratteristiche delle farine utilizzando piccoli campioni (possibilmente allo stadio F4 ed F3). Il micro-doughLAB può anche essere utilizzato per sviluppare metodiche su piccola scala ma correlate con le metodiche standard.

I mugnai possono fare valutazioni precoci sulle caratteristiche dei nuovi raccolti, su miscele di grani nuovi con grani vecchi, per verificare le prestazioni delle miscele di farine, sviluppare nuovi prodotti o emulare i processi di routine.